Il Consiglio dei Ministri del 5 ottobre 2020 ha approvato il testo di un Decreto legge che introduce disposizioni urgenti in materia di immigrazione, protezione internazionale e complementare, sicurezza delle città, modificando e superando di fatto i decreti sicurezza di Salvini.

Grande soddisfazione e numerose le dichiarazioni di plauso da parte di tanti esponenti del Partito Democratico, che da sempre si sono battuti affinchè la legalità venisse ripristinata e i migranti tornassero ad essere considerati come esseri umani.

“Approvato in Consiglio dei Ministri il decreto immigrazione. I decreti propaganda Salvini non ci sono più. Vogliamo un’Italia più umana e sicura. Un’Europa più protagonista“, ha commentato immediatamente su Twitter il segretario del Pd, Nicola Zingaretti .

“I decreti insicurezza di Salvini vanno in soffitta. Il Pd ripristina la civiltà  e lo stato di diritto. Si cancella una vergogna e si riorganizza l’accoglienza per promuovere l’integrazione e garantire la sicurezza per tutti”, ha sottolineato il vice segretario del Partito democratico, Andrea Orlando.

Per il ministro dell’Economia, Roberto Gualtierifinalmente si lavora per una sana integrazione, nel rispetto dei diritti umani. Sicurezza e accoglienza non sono incompatibili ma sono due valori fondamentali da difendere”.

E’ la fine della propaganda e l’inizio di una stagione nuova” per il viceministro all’Interno Matteo Mauri. “L’approvazione del nuovo decreto Immigrazione è per me una grande soddisfazione. Da oggi i decreti Salvini fanno parte del passato. Il lavoro impegnativo di questi mesi al Viminale con il ministro Lamorgese e quello del tavolo dei partiti di maggioranza ha dato i suoi frutti”.

Il capodelegazione del Pd all’Europarlamento, Brando Benifei ha dichiarato: “Orgoglioso del nostro governo che questa sera ha cancellato i Decreti Salvini sostituendoli con nuove norme per restituire sicurezza e umanità al nostro Paese e alle persone, tutte. C’è voluto del tempo ma tenendo duro ce l’abbiamo fatta. Grazie Pd, grazie Zingaretti”.

Stasera in Italia cade un muro“, ha affermato su Twitter il ministro per il Sud, Giuseppe Provenzano. Ci abbiamo messo un po’, un po’ troppo, ma ora i cosiddetti decreti sicurezza di Salvini non esistono più. Anche le parole tornano al loro posto: migrazioni, protezione, accoglienza, legalità. Avanti ancora, verso un Paese con più diritti e più umanità”.

“E’ una grande soddisfazione per me – dopo tanto lavoro – essere riusciti a conseguire questo obiettivo. Un lavoro di tanti che ci hanno creduto e che ha visto il PD lavorare a fondo per rispettare questo impegno con i suoi elettori. Da oggi i dl Salvini non ci sono più. Una grande notizia che rende il nostro Paese più civile”, ha dichiarato il responsabile del dipartimento immigrazione del Pd Marco Pacciotti.

“Il superamento dei dl Salvini è una vittoria del buonsenso e della civiltà sulla propaganda. Accoglienza e legalità vengono ripristinate e i migranti tornano ad essere considerati come esseri umani. Un passo importante che rafforza questo governo e ne conferma il realismo e la capacita’ di fare scelte lungimiranti”.
 
Il decreto approvato è composto da 12 articoli e modifica di fatto i decreti sicurezza firmati dall’ex ministro dell’Interno Matteo Salvini. Il nuovo testo è frutto di un confronto serrato tra il ministro Lamorgese e gli esponenti della maggioranza e accoglie anche i rilievi fatti dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in occasione della promulgazione del secondo ‘decreto Salvini’.