La crisi della maggioranza di centrodestra che governa il comune di Viterbo sta determinando una preoccupante paralisi della città. Le vicende degli ultimi giorni rappresentano un ulteriore deterioramento della situazione perché l’estromissione (senza spiegazione) del vicesindaco da parte del suo partito, la Lega, e la sua sostituzione con una figura esterna, non solo all’Amministrazione ma alla città, significa il sostanziale commissariamento di quel partito che è il principale della coalizione.

Non è compito nostro entrare dentro le vicende interne di altri partiti ma è ormai fin troppo evidente che ci troviamo di fronte ad un’ attività amministrativa scadente, a schermaglie continue, all’ assenza di programmazione di interventi significativi e, se la Lega ritiene di non avere in questa città personalità adeguate a ricoprire ruoli istituzionali, vuol dire che la crisi è profonda. E purtroppo il prezzo di questa crisi la pagheranno i viterbesi, cioè tutti noi.
Ed ha poco senso raccontare, da parte della Lega, che si tratta di mettere a disposizione un tecnico di alto profilo, perché l’operazione politica è di una debolezza sconcertante e rappresenta uno schiaffo alla città di Viterbo anche perché questa decisione è scaturita dall’ennesimo vertice romano che la dice lunga sulla totale inesistenza di autonomia politica dei gruppi dirigenti locali.
L’Italia sta attraversando una stagione difficilissima ma cominciano ad aprirsi delle possibilità di ripresa e di rilancio. Per cogliere tutte le opportunità che si presenteranno c’è bisogno che tutto il sistema degli Enti Locali sia attrezzato per corrispondere ai compiti che gli sono stati affidati dal Recovery Plan nazionale. Non è e non sarà un lavoro solamente tecnico perché non bisognerà solo fare bene i conti, ma sarà necessario tenere unite le comunità affinché siano condivise le scelte per il futuro. Serve cioè una politica forte e serve coesione. Mentre a Viterbo in seno alla maggioranza ci sono litigi permanenti, inconcludenza e nessuna visione sul futuro della città per affrontare e superare la crisi.
E’ sempre più chiaro che serve un’alternativa credibile ed è ciò su cui stiamo lavorando per costruire un’alleanza larga di centrosinistra che includa sia forze politiche che forze civiche.
Viterbo merita molto di più di ciò a cui stiamo assistendo.

Segreteria Circolo Pd Viterbo
Segreteria Federazione Pd Viterbo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!