fbpx

Comune di Montefiascone – Elezioni amministrative 3 e 4 Ottobre 2021

Candidato Sindaco

Giulia DE SANTIS

Candidati Consiglieri

Luciano CIMARELLO

Giorgio CACALLORO

Marco TISBO

Marco FRALLICCIARDI

Rosita CICORIA

Vittoria SEVERINI

Matteo SIMONCINI

Giulia MOSCETTI

Michele SANCES

Renato TRAPÈ

Angelo MERLO

Claudia ROSCANI

Giulia SCIUGA

Andrea CATASCA

Carla MANCINI

Nicoletta PAOLETTI

MONTEFIASCONE MERITA

Il programma amministrativo della lista civica “Montefiascone merita” non può prescindere dall’esigenza improcrastinabile di determinare un netto miglioramento economico e socioculturale di Montefiascone, con l’adozione di politiche innovative rispetto a quelle realizzate in precedenza. Intende, altresì, affermare il ruolo del Comune falisco quale punto di riferimento per i progetti riguardanti l’intero bacino territoriale circostante. Infatti ogni scelta di sviluppo reale sarà efficace e vincente solo se riuscirà a rappresentare, in maniera coesa, un intero sistema territoriale.

Il governo dell’Amministrazione comunale dovrà essere caratterizzato dalla trasparenza amministrativa, dalla legalità e dal massimo coinvolgimento della cittadinanza nella gestione dell’interesse pubblico.

Purtroppo la situazione economica e sociale della città di Montefiascone non è ottimale, anzi per tanti versi è persino peggiore rispetto al recente passato.

L’amministrazione decaduta si è distinta in negativo per la carenza di progetti e quindi di finanziamenti determinando una gestione superficiale ed insufficiente dell’interesse pubblico.

Nel proporre un governo alternativo della città siamo consapevoli di questo stato emergenziale e pertanto se vinceremo le elezioni avvieremo una prima fase tesa a ricostruire l’efficienza e la funzionalità degli Uffici comunali per la predisposizione di progetti indispensabili per reperire i finanziamenti necessari alla programmazione del rilancio economico e sociale di Montefiascone.

Inoltre sarà necessario realizzare un ottimizzazione economica e funzionale dei servizi in tutti i campi dell’attività amministrativa.

Gli interventi su cui punteremo per avviare un circuito virtuoso di rilancio sono:

AMBIENTE – AGRICOLTURA  – ANIMALI

La sensibilità verso le problematiche ambientali e la coscienza ecologica, sono patrimonio di ogni cittadino. L’ambiente e il territorio devono essere considerati beni primari appartenenti alla comunità. Compito dell’amministrazione quello di difenderli e contribuire a consegnarli alle prossime generazioni senza peggiorarne le condizioni, cercando anzi di aumentare l’integrità naturale di aria acqua e terra di tutelare le aree oggi non urbanizzate di migliorare le condizioni di vita nel paese. Vivibilità e sostenibilità non devono essere parole vuote ma concretizzate attraverso provvedimenti amministrativi. Il territorio e i beni naturali sono risorse finite che non possono essere sprecate.

  • Ambiente inteso con coscienza ecologica e non solo slogan da campagna elettorale.
  • Tutela del territorio per renderlo migliore alle generazioni future.
  • Tutela e valorizzazione ambientale come priorità assolute.
  • Regolamento ad hoc per la salvaguardia del territorio dagli interventi che ne potrebbero compromettere l’integrità con danni alla salute pubblica ed ambientale.
  • Consulta comunale sull’ambiente.
  • Protocollo di monitoraggio sul Lago di Bolsena.
  • Recupero aree verdi e orti urbani.
  • Green Public procurement per assicurare una transizione ecologica che protegga il nostro paese. Ossia acquisti verdi della pubblica amministrazione come integrazione di considerazioni di carattere ambientale nelle procedure di acquisto della pubblica amministrazione. E’ il mezzo per poter scegliere quei prodotti e servizi che hanno un minore oppure un ridotto effetto sulla salute umana e sull’ambiente rispetto ad altri prodotti e servizi utilizzati allo stesso scopo. 
  • Tutela dell’ambiente premiando l’innovazione tecnologica.
  • Combinazione tra loro delle varie eccellenze locali per incentivare la promozione affinché venga creata una strada del vino e dell’olio mettendo in campo una coordinazione tra i vari attori partendo dalle istituzioni pubbliche fino ai piccoli produttori.
  • Coinvolgimento di tutte le varie associazioni e organizzazioni professionali di categoria presenti sul territorio.
  • Istituzione di uno sportello informativo per la promozione di un’agricoltura biologica e sostenibile.
  • Istituzione di una commissione agricoltura con la presenza di un referente competente in materia e rappresentante delle organizzazioni agricole.
  • Organizzazione di mercatini periodici per la promozione dei prodotti tipici del territorio coinvolgendo i produttori e incentivando la filiera corta a chilometro zero.
  • Istituzione delle de.co, denominazioni comunali, che segnalano i prodotti tipici del territorio e ne incentivano il mercato.
  •  Maggiori controlli igienico sanitari (deiezioni per le strade, vie, piazze ecc. ecc.) sulla salute dei nostri amici a quattro zampe.
  • Realizzazione di parchi o aree ricreative dedicate agli animali che possano ripristinare quel decoro urbano troppo spesso dimenticato: ad esempio sarebbe auspicabile riservare un tratto di spiaggia lacustre regolarmente seguita e curata in modo da permettere a chi voglia soggiornare nel nostro borgo di poter farlo in compagnia del suo compagno di viaggio fidato.

Questo progetto deve essere esteso anche ai nostri amici gatti con un lavoro di sensibilizzazione delle colonie feline.

  • Riorganizzazione strutturale e gestionale del Canile Municipale, promozione e adozione consapevole.
  • Censimento dei cani attraverso controlli in periferia e campagna, prevenzione del randagismo, adozioni consapevoli con incentivi per gli adottanti e l’inserimento di tirocinanti presso la struttura.

CULTURA E TURISMO

Fino agli anni 70 la a città di Montefiascone era chiamata la “Perla dell’Alto Lazio” per le sue enormi potenzialità turistiche a favore di un turismo familiare, di relax rigenerativo e di cultura.

Favorire la promozione turistica può diventare un volano eccezionale per rilanciare l’economia e l’occupazione.

Oggi è necessario programmare ed investire nel settore turistico con competenza e lungimiranza.

Il nostro panorama collinare e lacustre assieme ad un ambiente integro possono ritornare ad essere un biglietto da visita formidabile se accompagnato da servizi qualificati ed una organizzazione impeccabile.

Uno dei compiti della prossima amministrazione comunale sarà quello di recuperare il tempo perduto realizzando:

  • Itinerari in grado di esaltare gli innumerevoli complessi monumentali per il loro rilevante interesse storico ed artistico.
  • Il Centro storico come area protetta.
  • Percorsi naturalistici alla scoperta delle testimonianze storiche delle antiche consolari romane Cassia, Francigena e Romea Germanica, rilancio turistico e costante cura. Valorizzazione del turismo del “cammino” considerato che Montefiascone è il punto di incontro tra la via Francigena e la via Romea. Piano di creazione ripristino dei sentieri di trekking nelle aree rurali e nella valle del lago, sistemi informativi e di orientamento del turista.
  • Valorizzazione dei prodotti agricoli tipici e di qualità del territorio promuovendo l’esaltazione di una cultura eno-gastronomica di prestigio e di riscoperta delle tradizioni genuine, dello slow food anche attraverso la realizzazione di un Ecomuseo.
  • Integrare il museo del Sangallo con una ala dedicata alla cultura popolare e contadina del territorio trasformandolo in un Museo diffuso aperto ad ogni tipo di disabilità.
  • Favorire il censimento e la costituzione in associazioni degli operatori turistici locali per incrementare l’efficienza e la qualità del servizio rendendo facilmente disponibile una offerta turistica organizzata e qualificata.
  • Favorire la costituzione di cooperative di lavoro e di servizi in grado di gestire e garantire la continuità dell’offerta turistica
  • Verificare la possibilità di censire ed organizzare gli immobili vuoti del centro storico per la realizzazione di un “l’albergo diffuso”.
  • Riorganizzazione ufficio informazione turistica e rimodulazione della Proloco.
  • Valorizzazione e promozione del Museo della Stamperia.
  • Arte, cultura, teatro, laboratori musicali, evento periodi e calendarizzati.
  • Interventi di valorizzazione della qualifica di Montefiascone come città d’arte, prevedendo incentivi alle associazioni che si rendono disponibili ad organizzare percorsi turistici guidati finalizzate alla conoscenza del patrimonio culturale e ambientale della città.
  • Rivalutazione Rocca dei Papi incrementandone le potenzialità e migliorando la gestione.
  • Marketing e promozione.
  • Creazione del distretto rurale dei comuni del lago di Bolsena per attingere agli incentivi economici disponibili, per sviluppare il sistema “Lago di Bolsena”, generando al contempo una rete di connessione tra i vari comuni rivieraschi, utile allo sviluppo turistico, ambientale, agronomico dei servizi.
  • Prevedere la costituzione nel nostro Comune di un “Centro Culturale Polivalente” per mettere a disposizione una struttura indispensabile necessaria per favorire le attività culturali ed associative.
  • Rivalutazione, progettazione e realizzazione del piano di dettaglio del lungolago per ripensare migliorare l’assetto del lungolago di Montefiascone, la sua fruibilità e potenziarne la capacità di attrazione turistica punto.
  • Sport.

POLITICHE SOCIALI ED ASSOCIATIVE

I servizi sociali sono stati sempre e saranno ancor più nell’immediato futuro, essenziale per fronteggiare le emergenze del nostro territorio e le nuove esigenze affiorate a causa della pandemia. Il primo obiettivo che patto civico si propone sarà perciò quello di svolgere un’analisi dettagliata dei bisogni emersi negli ultimi anni e dell’impatto che il coronavirus ha generato sulle famiglie; sarà indispensabile necessario riorganizzare il rafforzare gli uffici comunali ad oggi ridotti all’osso, migliorare i progetti esistenti e predisporre di nuovi per aiutare le categorie più fragili.

  • Realizzazione del consiglio Comunale dei giovani utilizzando, oltre a quelli del Comune, anche i finanziamenti previsti dalla legge apposita.
  • Trasformare il Comune nella “casa dei diritti e dei doveri del cittadino” (concetto contrapposto alla “casa dei favori”)
  • Favorire la costituzione di una consulta comunale delle associazioni per ottimizzare ed attivare un continuo e proficuo confronto tra comune e associazionismo e volontariato
  • Favorire la costituzione, laddove non presenti, di comitati di quartiere e/o territoriali per consentire al Comune di monitorare le problematiche del territorio attraverso la partecipazione attiva dei cittadini.
  • Confronto continuo con i comitati o associazioni di quartiere e/o frazione.
  • Rendere trasparente l’azione amministrativa del Comune utilizzando ogni accorgimento informativo.
  • Realizzare il “bilancio partecipato” del Comune attraverso ampie consultazioni di cittadini ed associazioni.
  • Iniziative periodiche di incontro con le associazioni organizzate delle imprese e dei lavoratori finalizzate ad adeguare l’azione amministrativa alle esigenze rappresentate.
  • Realizzare il “Piano Giovani di Montefiascone”: un piano di studio sulla realtà giovanile della città con conseguente piano di interventi da attuare mediante l’intervento diretto del Consiglio Comunale dei Giovani.
  • Registro Unico Sociale.
  • Banca del Tempo.
  • Lavoro e Inclusione.
  • Potenziamento della rete di aiuti per anziani soli. Favorire la socialità e promuovere invecchiamento attivo (ad esempio corsi di computer potrebbero avere un grande successo, ginnastica passiva).
  • Orti sociali.
  • Sportello di aiuto per donne, lgbt e personalità fragili.
  • Patto educativo Comune – Scuola – Famiglia attraverso progetti e percorsi educativi che coinvolgono tutto il tessuto locale, famiglie, istituzioni, associazioni e quant’altro.

SERVIZI PUBBLICI ESSENZIALI

  • Aprire un tavolo di discussione con L’Ambito Territoriale Ottimale (ATO) e con la società di gestione TALETE per migliorare la gestione del ciclo di approvvigionamento e smaltimento idrico e riaffermare la necessità di proseguire con la gestione pubblica dell’acqua.
  • Recupero ed ottimizzazione della funzionalità del Presidio Ospedaliero di Montefiascone: chiederemo l’apertura di un tavolo di confronto e discussione con la dirigenza della ASL per individuare possibili destinazioni d’uso del Presidio di Montefiascone nell’ambito del Polo Sanitario Provinciale con lo scopo di essere di ausilio a Presidio Ospedaliero Centrale di Belcolle e di migliorare l’offerta sanitaria locale ponendo attenzione sulla quantità e qualità dei servizi sanitari erogati.
  • Potenziamento della Sanità Territoriale.
  • Aprire una riflessione sul destino futuro della società partecipata “Villa Serena srl” (attualmente detenuta al 100% dal Comune), per rispondere alle necessarie esigenze di potenziamento e consolidamento anche attraverso nuovi servizi e attività complementari.
  • Maggiore dinamismo nelle politiche sociali che vedono Montefiascone come comune capofila del distretto VT1. Potenziamento degli interventi.
  • Montefiascone è sede di un importante polo scolastico con due Istituti Comprensivi ed una ricca offerta didattica. Compito del Comune è quello di collaborare con le dirigenze scolastiche per assicurare i migliori standard formativi. Partecipazione del Comune ai piani di offerta formativa delle scuole.
  • Studio sulle possibilità di attuare un rapporto organico tra il Comune e l’Università della Tuscia.

TRASPARENZA, PARTECIPAZIONE, OTTIMIZZAZIONE

In un mondo in continua trasformazione i bisogni dei cittadini mutano ed il comune deve essere il protagonista di questo cambiamento punto un processo di sviluppo continuo con alla base trasparenza e partecipazione dei cittadini, perché il futuro è la casa di tutti e si costruisce insieme. Per questo Montefiascone merita propone 7 punti per ricostruire la fiducia tra cittadinanza e amministratori attraverso la condivisione degli obiettivi e la rendicontazione dei risultati.

  • Consiglio comunale- lo spazio comune.
  • Referendum consultivo- istituzionalizzare fare la partecipazione.
  • Forum delle associazioni- costruire insieme il bilancio.
  • Sito web- la porta dei servizi digitali.
  • Sezione amministrazione trasparente- la vetrina dell’amministrazione.
  • Formazione al servizio del cittadino- valorizzare le risorse umane.
  • Digitalizzazione delle procedure delle banche dati- il futuro al servizio del cittadino.

URBANISTICA E VIABILITA’

  • Realizzazione del progetto di dettaglio del centro storico ed interventi mirati per un consistente lavoro di risanamento di tutto il centro storico e della fascia panoramica della città.
  • Piani di intervento per tutte le frazioni, per migliorare la viabilità e la vivibilità delle stesse,
  • Analisi del livello di realizzazione del piano regolatore approvato e verifica delle nuove iniziative amministrative da intraprendere, anche attraverso un ampio dibattito con i cittadini.
  • Studio di un nuovo piano del traffico parcheggi e viabilità e sua successiva realizzazione con l’obbiettivo di decongestionare il traffico, creare nuovi parcheggi, nuove vie di collegamento, realizzare aree e percorsi pedonali e ciclabili. L’esigenza di tali interventi riguarda tutto il territorio (centro, periferia e frazioni).
  • Altro obbiettivo prioritario sarà quello di garantire la sicurezza dei centri abitati situati a ridosso di strade particolarmente trafficate mediante l’installazione di segnaletica stradale elettronica e/o semafori per rallentare il traffico dei veicoli circolanti.
  • Programmazione di un piano globale di opere pubbliche di lungo periodo per rispondere con metodo pianificato a tutte le esigenze irrisolte del territorio facilitando la partecipazione a bandi regionali ed europei per il finanziamento delle opere.

ATTIVITA’ ECONOMICHE ED IMPRENDITORIALI

  • Oltre alla sinergia derivante dallo sviluppo economico degli ambiti Turismo, Ambiente e Cultura, sarà costituito un apposito ufficio di consulenza e supporto delle attività economiche ed imprenditoriali per facilitare l’imprenditoria giovanile e non in tutti i possibili settori di sviluppo.
  • Attuazione del protocollo d’intesa tra i Comuni di Montefiascone, Bolsena ed Orvieto (tre Comuni collegati dal vecchio tracciato della via cassia) per attività in comune di carattere economico, turistico e culturale, con il coinvolgimento delle Regioni Lazio ed Umbria. Tale intervento potrà avere ritorni consistenti in termini occupazionali ed economici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Content is protected !!